La nostra Storia con Intervista

La nostra Storia con Intervista

Periodo ed inizi dell’attività

L’azienda nasce nel 1981 creata dal padre Antonio  De Renzo.

L’obiettivo del padre era quello di lasciare l’attività principale (settore dell’autotrasporto) per lavorare con il supporto del figlio Carmelo allora quasi quattordicenne.

Gli obiettivi però non sempre si realizzano come pianificati ed infatti Antonio non riesce a svincolarsi dalla sua attività principale.

Le redini così vengono affidate quasi completamente da subito a Carmelo che si ritrova sempre più coinvolto e responsabilizzato in un’attività che pochi altri ragazzini di  quasi 14 anni avrebbero avuto la capacità e la tenacia di portarla avanti.

Il tempo passa e Carmelo si appassiona all’attività dedicando sempre più tempo e facendola diventare la sua vita.

Questa è in estrema sintesi come nasce “Ceramiche De Renzo”.

Di seguito riportiamo un’ intervista con uno schema domanda-risposta realizzata da un intervista con Carmelo.

Domande-Risposte a Carmelo De Renzo


Carmelo Cosa ci racconti di quel periodo, parlaci un po’ di te e dei periodi iniziali della tua azienda?


Erano i fantastici anni 80 dove il boom economico permetteva che anche un piccolo negozietto (ero in Via Terravecchia ) in una zona centrale ma di passaggio dove la maggior parte delle auto passavano veloci senza fare particolare attenzione al negozio.


Carmelo di allora era un ragazzino responsabile,con una voglia incredibile di avere la sua indipendenza e a dirla tutta con poca voglia di studiare.


Ricordo che la mia voglia di indipendenza era già molto presente, infatti prima dell’esperienza del negozio ricordo ulteriori due piccole esperienze lavorative come tapezziere e aiuto falegname.


In quel periodo era molto usuale andare come “discepolo” dal “mastro” di turno con l’obiettivo di apprendere un mestiere.


D:Cosa vendevi nei fantastici anni 80 al negozio di Via Terravecchia?


R: Beh forse la domanda giusta sarebbe “Cosa NON vendevo nel negozio in via Terravecchia? “.

Devo dire infatti che le ho provate tutte, basta pensare che la mia azienda parte come ferramenta ed in verità ero tutto tranne che una ferramenta 

Ho venduto di tutto:

  1. Chiavi 

  2. Lampadari

  3. Ventilatori

  4. Scaffali

  5. Lucchetti

  6. Bastoni per tenda 

Oltre ovviamente quello che successivamente sarebbe diventato il cuore del mio business

Idraulica, Arredo Bagno, Ceramiche ecc..

Ma ripeto prima di individuare su cosa focalizzarmi ho fatto tantissima esperienza.


D: Ci sono delle persone che sono state importanti per la tua attività ?

Sicuramente si tra questi sicuramente “Mastro Alfredo” un fontaniere di fronte al mio negozio che oltre a darmi consigli di tipo tecnico, ricordo con piacere gli scambi pieni di ironia che ci scambiavamo.

Inoltre devo ringraziare anche i miei fratelli che una volta cresciuti mi hanno dato una grande mano in questo elenco ovviamente non possono mancare i miei genitori che nel momento delle difficoltà ci sono sempre stati sempre.


Di quel periodo hai qualche ricordo negativo, hai qualche rammarico?


Penso ovviamente di sì, infatti come capita in tutte le aziende ci sono periodi di magra e quando un ragazzino inizia ad avere la responsabilità di qualche “debito” non è semplicissimo, in pratica qualche notte insonne la ricordo.


Devo dire però allo stesso tempo che la stessa esperienza mi ha fatto crescere velocemente ed ho avuto la possibilità di acquistare quello che per la maggior parte dei ragazzi della mia età essere un miraggio come una moto enduro piuttosto che un’auto, ricordo con piacere la mia Golf e la mitica Diana.


Da un punto di vista aziendale ricordi qualche truffa da parte di qualche personaggio che ha abusato dell’inesperienza di un ragazzo ma si sa che le cose vanno così.


Quali sono stati i cambiamenti dopo il periodo iniziale ?


Una volta trasferito dalla Terravecchia sono andato in zona Località Feudotto.


Da quel momento in poi le cose sono andate molto veloci e le cose sono cambiate velocemente.

I miglioramenti sono stati continui e ad avere iniziato da ragazzino mi ha comunque dato la possibilità di seguire l’evoluzione dei diversi mercati.